sabato 28 dicembre 2013

PAN BUON DOR ma che bontà!


Una alternativa al panettone?

 Questo,

ché è un dolce straripante di bontà.

 A Natale anche i dolci son più buoni!

Completo di ricetta sperimentata più volte:

 
 

Io non cucino ma creo armonie edibili di sapori, forme e colori, studio come realizzare "cose" da gustare, anche se presenti intolleranze, tenendo conto delle preferenze

https://picasaweb.google.com/100049863469163552533/SCHEDACULINARIACAKEDESIGNDOLCISSIMAIDEAGELATISSIMAIDEABUONISSIMAIDEAFARINISSIMAIDEA?authuser=0&feat=directlink

mercoledì 25 dicembre 2013

PANETTONE "PRIMO GIORNO D'INVERNO ( detto anche PANETTONE IGINA)

PANETTONE DI DOLCISSIMAIDEA
OVVERO: PANETTONE PRIMO GIORNO D’INVERNO

 
( detto anche PANETTONE IGINA)
 

Ingredienti

§  500 gr di farina LO CONTE MAGICHE  (metà Manitoba e metà 00)  io le ho unite subito e mischiate bene

§  200 gr di zucchero

§  160 gr di burro

§  7 grammi: di lievito disidratato complessivamente

§  4 grammi prima e 3 dopo

§  4 uova (grandi e a pasta gialla)

§  3 tuorli d'uovo

§  un pizzico di sale

§  200 gr uva sultanina

§  100 gr  di cedro

§  100 gr  di arancia

§  ½ bustina di scorzetta arancia bio

§  1 cucchiaino di polvere di vaniglia

§  acqua tiepida q.b.

§   

CONSIGLIO per prima cosa di  tirare fuori, subito,  uova e  burro dal frigo e mettere a bagno l’uvetta;

SUGGERISCO di prendere nota di tutto quello che si fa, è bene anche prepararsi in ciotoline e vaschette varie , tutto l’occorrente già pesato, con tanto di note accanto,  con il riferimento  al 1° e 2° e 3° impasto
Che dire…
NON HA DEL MIRACOLOSO?
ma vediamo il procedimento
1° IMPASTO O DETTO BIGA:

** Io ho fatto così: 75 di farina ( ½ manitoba e ½ 00 +  4 GR DI LIEVITO SECCO IN POCA ACQUA

 **  ( 40DL DI ACQUA DI RUBIENETTO TIEPIDA A 30°)  ore 16,35

Impastato fatto a  palla e taglio a croce, coperto con pellicola trasparente e messo a lievitare al caldo

ORE 16, 35 IO L’HO  MESSO A LIEVITARE nel fornetto A LIEVITAZIONE PANE START:  1-3 

( LO PORTA A 34°) e lasciato per   1 ORA

INTANTO HO MESSO A BAGNO CON IL RUM , L’UVETTA poi strizzarla bene fra due salviette, prima di aggiungerla all'impasto!

2° IMPASTO: dopo che la biga ha raddoppiato  ( ore 19 nella mia mini camera di lievitazione è trascorsa solo 1 ora)

** Nella planetaria ho messo   la BIGA, e 160 di acqua sempre tiepida e con il gancio a velocita 0,50- 1 per 10 minuti  aiutando anche manualmente per farla amalgamare e sciogliere

Consiglio: velocità minima per 2 minuti, poi velocità 1 per 2 minuti, poi a velocità 2

**Ho aggiunto  250 della farina  sempre azionando la planetaria a velocità bassa ed aggiungendola un cucchiaio alla volta

** 2  uova, uno alla volta  e poi

** 3 grammi del lievito rimasti nella bustina,

lasciare amalgamare bene ed aggiungere lo zucchero, adagio, sempre un cucchiaio alla volta mentre la planetaria è in azione, solo dopo che lo zucchero è stato assorbito, aggiungere

** 60 gr di burro morbido a pezzettini e lasciar lavorare per 30 minuti ( ore 18,30)

Lavorare sino a che l’impasto diventa  omogeneo, elastico e non appiccicoso

METTERE A LIEVITARE: coprire con pellicola e lasciare in luogo tiepido  a 30°-34° sino al raddoppio,

a seconda del luogo possono passare da 1 a 3 ore.

DOPO IL RADDOPPIO:

3° IMPASTO: io che l’avevo tolto dalla planetaria (ché messo nel microonde a modalità lievitazione)

L’ho rimesso  alle ore 19 nella planetaria .( fa miracoli la mini camera di lievitazione del mio fornetto)

ed ho aggiunto:

**2uova intere ( sempre uno alla volta)

**3 tuorli sempre uno alla volta mentre il gancio è in funzione,

**150 della farina rimasta con l’aggiunta d

 **1 pizzico di sale

**100 del burro rimasto, quindi sempre  morbidissimo a tocchettini

**1 cucchiaino di vaniglia ( non vanillina) vaniglia bio in polvere BORRBON della Rapunzel

Lavorare bene sino a che l’impasto torni omogeneo solo allora aggiungere:

**100 gr canditi al cedro

**100 gr di canditi all’arancia

**½ bustina di scorzette bio di arancia.

**Rimettere a lievitare sino a che di nuovo raddoppi, anche stavolta dipende dal calore e dalla umidità del luogo, potrebbe bastare  da 1 a 3 ore, comunque attendere con fiducia

E l’orologio segna le ore 20!

Ho diviso la pasta 1/3 l’ho messa a lievitare nel forno spento, l’altra sempre nel fornetto lievitazione,

alle 22 quello nella camera lievitazione aveva lievitato a dismisura ( a 35°),

l’altra  ( 1/3 lasciata nel forno spento) non era aumentata quasi per nulla, però…

le ho messe nei pirottini da ½ kg., suddividendo in 2 parti quella della camera di lievitazione

FARE MASSIMA ATTENZIONE: non devono subire scosse ché la lievitazione ne risente!!!

STAVOLTA tutti nel forno spento sino all’indomani ( alle 5 di mattina tutti erano raddoppiati anche troppo: fuoriusciti dalla stampo in carta, la prossima volta devo adoperare 4 pirottini da 1/2 Kg

Mattina:

tirare fuori dal forno dove sono rimasti la notte i pirottini

FARE MASSIMA ATTENZIONE: non devono subire scosse ché la lievitazione ne risente!!!

accendere il forno a 200° ma prima posizionare una teglia colma di acqua in basso, subito sopra andrà la teglia con i pirottini ( quindi al primo ripiano)

Raggiunta la temperatura di 200° adagio adagio senza far subire scossoni ai miracolosi futuri panettoni lieviati ,

INFORNARE e  DOPO 5 MINUTI ritirarli fuori per fare un taglio a croce e porre uua noce di burro al centro, se siete bravi e coraggiosi  incidere  e sollevare gli angoli  ma solo una pellicina sottile sottile fatta  con un taglierino e sollevandoli e mettere sotto 4 cubetti di burro)

RINFORNARE dopo l’impresa del taglio a croce semplice o del  temerario a 4 spicchi sottilissimi, e tenere il forno a 200° per 10 minuti,  ABBASSARLO quindi a 170° e mettere  un foglio di carta argentata sopra affinché non si colori troppo, io l’ho tenuto 30 minuti ( dicon 45 minuti ma il mio a 30 minuti mi è sembrato cotto, ho provato con il sondino, provate anche voi per verificare

 

Tirare fuori i panettoni dal forno ed infilzateli alla base  ( con spiedini o ferri da calza o spillone apposito)

Metterli capovolti nelle pentole e lasciarli 12 ore a raffreddare, poi in buste di plastica alimentare

Da ora potete  assaporare da soli  o in compagnia il miracolo del panettone fatto in casa!

Non so quanto duri ( non ha conservanti) ma non dovrebbe  essere un problema: si divora subito!

NB potete farlo al cioccolato con 300 gocce di cioccolato

oppure  150 uvetta e 150 gocce di cioccolato
 
 

non saltare mai questa fase:

12 ore infilzato e capovolto

 



provate questa  facile ricetta

è una idea ( sperimentata) di semplicissimaidea

 

                             per  questa occasione: dolcissimaidea

mercoledì 20 novembre 2013

LA DOLCE STELLA

clicca per vedere il filmato, ma per la ricetta segui quella scritta sotto ché è...
migliore!
 
 
Un dolce particolare per questo Natale
 
 
e questa è la ricetta:
procedimento per l'impasto 1
200 gr farina oo
100 gr farina di mandorla
100 gr zucchero
150 gr arancia succo...
50 gr burro

3 uova
 un po' di pistacchio in granella
buccia essiccata di arancia 1 cucchiaio
1/2 bustina lievito


PROCEDIMENTO
per impasto 2:

2 vasetti ricotta da 100gr
50 gr zucchero

2 tuorli di uova
alchermes per ammorbidire uvetta ( un giorno e più a mollo)
uvetta nostra ed uvetta Castroni
20 gr canditi arancia,
20 gr canditi cedro
buccia arancia essiccata un cucchiaio
40 gr gocce cioccolato

nello stampo spray staccante
prima uno strato di impasto 1
poi uno strato di impasto 2
con gocce di cioccolato sparse su ogni impasto mentre lo versate
poi ancora impasto 1 a coprire

In forno preriscaldato a 160° 30 minuti
:

giovedì 11 aprile 2013

IL "BOCCONCIOTTO SAPOROTTO" ovvero il muffin saporito: MUFFIN AI 3 FORMAGGI con farina integrale

 

 

PER AMORE

oggi ho messo da parte  lo zucchero!

 

 

Ma quanto son buoni!

PURTROPPO SON TROPPO BUONI

ne abbiamo mangiati in un attimo già 3

tre ciascuno!

 

ricettina:

300 latte

300 farina integrale

2 uova

1/2 bicchierino di olio

70 parmigiano

impastare

aggiungere in ultimo

1/2 bustina lievito e un cucchiaino di zucchero

mettere l'impasto nelle formelle a forma di cuore, o fiore o semisfera,

aggiungere, su ognuno di questi, dadini di parmigiano+ gruviera+ provolone

ed una idea di salamino, una rondellina di quelli mini,

 oppure un fiocchetto di prosciutto

(potete sostituire i formaggi sopra indicati con altri che preferite)

volendo potete aggiungere anche un dadino di fiordilatte,

spingere, un pochino giù nell'impasto,

i dadini dei vari ingredienti,

infornare  (nel forno già caldo)  a 180°.

Io li ho tenuti dentro per 30 minuti

ma voi controllate dopo 20 minuti!

Ed attenzione ai familiari:

se li mangiano prima  di cena!

 

domenica 31 marzo 2013

TORTA "ANGELAMARIA" quando il compleanno coincide con la Pasqua

TORTA "ANGELAMARIA"

SEMPLICERICETTA

PER LA BASE DELLA TORTA:

grammi 180 burro
grammi 180 zucchero
grammi 150 cioccolato fondente
grammi 140 farina 00 biologica
3 uova
aroma rum
un cucchiaino di lievito per dolci
Sciogliete il cioccolato, il burro e lo zucchero, insieme, in un pentolino a fiamma bassa,
senza far bollire, mescolando bene e mentre si scioglie il tutto
(con l'altra mano)
amalgamate la farina con le uova
(complicato? Ah ah ah! Ma usate la planetaria ché fa da sé!)
tenete d'occhio sempre il pentolino ché appena il tutto si è sciolto occorre spegnere!
Appena si è raffreddata un po' la crema ottenuta (di zucchero-burro-cioccolato)
unitela al composto di farina e uova ed aggiungete il lievito,
amalgamate di nuovo il tutto, bene bene (sempre nella planetaria) e versate nello stampo preferito;
(io ho adoperato uno stampo quadrato di circa 22 cm di lato)
infornate a 160° (il forno deve aver raggiunto già detta temperatura!)
lasciate cuocere (ma vegliate amorevolmente la torta) per 30 minuti
(controllate se l'interno è asciutto con uno stuzzicadente)
verificata la cottura
(potrebbe variare il tempo a seconda del forno usato)
sfornate e lasciare raffreddare.
Quando sarà completamente fredda,
toglietela dallo stampo
e tagliatela per ricavare tre strati;
farcite uno strato con la marmellata di albicocca
( passata al colino)
e l’altro con crema al cioccolato o crema gianduia.

OPPURE:

potete anche affondarci prima uno stampo per ricavare la forma che volete!
Fatela a forma di cuore ad esempio!
 

Ricavate una o più mini torte che potreste ricoprire con pasta di zucchero o con altro,
come preferite, anche con della panna o con della crema all'arancia
(usando una siringa per ottenere delle belle guarnizioni)
e... con il resto della torta eccovi un’altra idea....


L'DEA IN PIÙ:

le mini porzioni pronte in coppetta!







 
Per riempire, le coppette:
sbriciolare la torta ottenuta
dividerla in due parti
in una aggiungete la marmellata (senza grumi! mi raccomando passatela!!!) di albicocca
due belle cucchiaiate o più
nell'altra aggiungere la stessa quantità di crema alla gianduia
bisogna ottenere una consistenza cremosa, quindi amalgamate bene.

Riempite a metà la coppetta con il composto alla albicocca,
completare con l'altro composto alla gianduia.
Livellate bene con una miretta e ripulite i bordi della coppetta.
Ed ora arriva…

IL BELLO DEL DOLCE:

guarnitelo con della granella al pistacchio
(tritate pistacchi al naturale se non trovate la granella),
oppure con della granella alla nocciola o alla mandorla
( ma che sia mandorla vera, di Avola!)
aggiungete farfalline, coccinelle, fiorellini, in pasta di zucchero fatti da voi
o se non ne avete, aggiungete delle mini gelatine o dei mini amaretti,
insomma mettete quel che volete per decorare questo dolce dolcissimo ma non stucchevole.
È una dolcissima ricetta di DOLCISSIMAIDEA
Cake Design Elementar
ma... con fantasia e buongusto si fa a mio avviso... sempre del buono e del bello!
 
ecco un esempio di utilizzo:
torta ricoperta con pasta di zucchero e cammeo al centro,
bordo di pizzo con farfalline e margherite alternate
 
e poi... le coppette ché a mio avviso sono indispensabili:
ad esempio qualcuno impaziente, non vuole attendere i ritardatari e vuole assaggiare subito!

ALTRAIDEA:

usare un vassoio grande che possa contenere tutto:

io, accanto, sullo stesso vassoio, per una certa occasione,
ho adagiato una rosa ed una calla ed una candelina musicale a forma di ninfea,
ho aggiunto anche dei biscottini glassati da consumare prima o il giorno dopo,
voi potreste aggiungere quel che volete:
caramelle, cioccolatini ecc...
insomma sia, qualche volta anche dolcezza senza confini con tanta allegria!